top of page

Segui i soldi e troverai la mafia. La lezione di Falcone è sempre attuale

Provate ad immaginare una persona che vive in Africa in condizioni di povertà assoluta che di sua iniziativa mette da parte i risparmi di una vita, contatta i mercanti di uomini, gli scafisti e senza sapere nulla del paese in cui sbarcherà si avventura ed emigra verso l’Italia. Credete veramente che possa essere una ricostruzione attendibile?


A me sembra pura fantascienza, frutto del peggior buonismo.

Queste persone non sono affatto migranti, queste persone sono SCHIAVI, alla mercè del capitalismo nel migliore delle ipotesi o delle mafie nella peggiore.

Spesso vengono avvicinate con la falsa promessa di una vita migliore e per questo finiscono per vendere tutto ciò che hanno e per indebitare le loro famiglie.


In realtà questo futuro prospero non arriva quasi mai: sempre più spesso queste persone finiscono in mano a mercanti di uomini senza scrupoli, che li introducono nei giri della microcriminalità appena arrivati nei paesi di approdo.

Ma chi c’è dietro questi mercanti di uomini? Chi ci guadagna davvero?

Giovanni Falcone diceva “ segui i soldi e troverai la mafia “ e allora chi finanzia questi mercanti di uomini? Chi da mezzi e risorse agli scafisti ? Ma soprattutto chi ha interesse ad alimentare la “compravendita” dei nuovi schiavi?

Se seguiamo i soldi scopriamo che spesso dietro i gruppi di trafficanti di uomini ci sono rappresentanti delle multinazionali o sedicenti miliardari con interessi in energia, materie prime, speculazioni finanziarie etc.

E qui arriva il bello, se così si può dire...

Sì perchè i nuovi schiavi sono manodopera a basso costo e servono alle multinazionali per abbassare il costo del lavoro e diminuire i diritti dei lavoratori, oppure servono per mantenere ed ingrassare il “sempre attuale” business dell’accoglienza, gestito dalle cooperative rosse e bianche che guadagnano sulle loro spalle.

E poi ci sono i gruppi malavitosi, la criminalità organizzata di cui la mafia è ormai socia di minoranza, che hanno tutto l’interesse di ingaggiare manovalanza (non punibile!) per furti, rapine, spaccio, estorsione ecc...


Ecco in tutto questo girone della morte, i politici prendono posizioni da allucinati: c’è quello perbenista che racconta la favoletta del povero immigrato con la borsa di cartone o quello che pensa di risolvere tutto con facili slogan come “porti chiusi“ o “blocco navale“.

Nessuno che denuncia lo stato delle cose, nessuno che parla di interrompere il traffico di essere umani direttamente in Africa. Tutti sembrano preferire battaglie di facciata, per accaparrarsi un elettorato pecora, invece di trovare una soluzione concreta al problema.

Se non si combattono le cause di questo nuovo schiavismo con che coraggio si può parlare di accoglienza, integrazione etc? Oggi abbiamo un Governo Ammucchiata che sostiene l’ipereuropeista Draghi,

degno rappresentante di un Europa neoliberista, globalista, schiava delle lobbies e dalla finanza. La stessa Europa che sui migranti non riesce a partorire alcuna soluzione, ma solo altri problemi. Chissà perchè...


61 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page